PROGETTARE “DI CLASSE”

Malgrado la crisi economica stia rallentando i grandi investimenti dei costruttori, il passaggio ad una cultura costruttiva eco compatibile è inesorabile.

Ma cosa vuol dire costruire in classe A?

1.Utilizzo di materiali costruttivi che siano rispettosi dell’ecosistema, garantiscano una modalità di vita salutare all’interno della casa e che contribuiscano al risparmio energetico grazie alle caratteristiche isolanti e coibentanti.
2. Lo studio del posizionamento dell’edificio, dell’orientamento, delle superfici vetrate, al fine dell’utilizzazione senza sprechi dell’illuminazione e del calore solare, calcolando le ombreggiature e la loro evoluzione nell’arco della giornata.

Esempio di un asilo nido

3. La scelta di soluzioni tecnologiche più adatte alla riduzione dei costi energetici. Ad esempio, sistemi centralizzati di creazione energia elettrica fotovoltaica o sistemi a solare termico per il riscaldamento dell’acqua sanitaria; tecnologie di depurazione ed umidificazione dell’aria, impianti a pannelli radianti. Ma anche soluzioni per le superfici finestrate quali infissi altamente tecnologici che garantiscono un alto coefficiente di coibentazione contemporaneamente ad un sistema di gestione dell’illuminazione come le tapparelle a controllo automatico o remoto.

Annunci